Rugby Champions Cup

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Ven 20 Ott

clicca per mostrare scadenze 9 scadenze...

Sab 21 Ott

 16 scadenze...

Dom 22 Ott

 7 scadenze...

Lun 23 Ott

 4 scadenze...

Mar 24 Ott

 7 scadenze...

Mer 25 Ott

 5 scadenze...

BAR FANTASPORTAL certo che corry 20/10 00:14 Bollettini: 0
Conosciamoci meglio!
Foto di fabio

fabio

Nome: Fabio Pedrolini
Luogo e anno di nascita: 08-06-1963 a Olten (Svizzera)
Residenza: Morbegno (Sondrio)
Su fantasportal da: 2004
Ruolo: Ideatore del fantaciclismo a squadre, Ideatore della classifica "Il Migliore", GM della Champions League

Il palmares di fabio

  • 2017 - Calcio Coppa Italia
  • 2017 - Calcio Serie A
  • 2017 - Tennis Kuala Lumpur WTA
  • 2016 - Calcio Serie A
  • 2016 - Ciclismo Tour of Oman
  • 2016 - Sci di fondo Tour de Ski (M)
  • 2016 - Tennis Mosca WTA
  • 2015 - Calcio Coppa Italia
  • 2015 - Calcio Serie A
  • 2015 - Sci di fondo Coppa del mondo Sprint (M)
  • 2015 - Tennis Rio de Janeiro ATP
  • 2015 - Tennis Miami Doppio
  • 2014 - Ciclismo Giro del Trentino
  • 2014 - Sci di fondo Tour de Ski (M)
  • 2014 - Tennis Paris WTA
  • 2012 - Basket Olimpiadi
  • 2012 - Canoa/Kayak Olimpiadi
  • 2012 - Tennis Winston Salem ATP
  • 2012 - Volley Campionato (M)
  • 2011 - Golf PGA Champ
  • 2010 - Ciclocross Mondiali
  • 2010 - Tennis Cincinnati WTA
  • 2010 - Tennis Roland Garros ATP
  • 2007 - Atletica Mondiali
  • 2007 - Biathlon Coppa del mondo Sprint (F)
  • 2007 - Biathlon Coppa del mondo (F)
  • 2007 - Sci di fondo Coppa del mondo Tecnica Libera
  • 2007 - Tennis Zurigo WTA
  • 2006 - Basket Mondiali
  • 2006 - Ciclismo Giro di Lombardia
  • 2006 - Hockey su ghiaccio Olimpiadi
  • 2006 - Tennis Roma WTA
  • 2005 - Ciclismo Giro di Lombardia
  • 2004 - Basket Olimpiadi Maschile
  • 2004 - Eventi speciali Olimpiadi
  • 2003 - Ciclismo Züri-Metzgete
  • 2003 - Ciclismo Coppa del mondo
  • 2003 - Ciclismo Vuelta a Espana
  • 2003 - Ciclismo Classifica UCI

L'intervista a fabio

(01/06/2006)

Intervista a cura di Dindirì

Gentili lettori, dopo avervi dato la possibilità di apprezzare per ben due settimane le parole pronunciate da quel piccolo grande campione che è FORZAGENOA, siamo ben lieti di presentarvi uno dei grandi vecchi del sito. Un personaggio che ha contribuito alla crescita di questo splendido mondo fantasportivo grazie alla sua competenza e che ha spinto un po' tutti i nuovi iscritti alla ricerca della possibilità di eguagliarlo o se possibile migliorarlo. Ecco a voi il mostro sacro della Valtellina: FABIO.

Red: Ciao Fabio, benvenuto a questa rubrica sempre meno seguita a causa di Andycos (capitano!!!) e forzagenoa. Per cominciare, raccontaci qualcosa di te, della tua famiglia, del lavoro...
Fabio: Ormai lo sapete, sono un appartenente al Corpo Forestale dello Stato, lavoro a Sondrio e abito poco distante da Morbegno. Sono sposato da una vita, ho un figlio, Kevin, che assomiglia in tutto al papà, a esclusione della passione sportiva: se togli lo sci che pratica da quest'anno, non gliene frega niente del resto. Come hobby ovviamente ho la faticosa pratica di fantasportal; più nello specifico amo gli sport invernali e il ciclismo che ho praticato a livello amatoriale fino a 5 anni fa, poi il fisico, 108 kg di agilità, e la testa (se esco da solo dopo due Km mi dico "che cavolo sono in giro a fare" e torno indietro) mi hanno spinto ad abbandonare. Passioni: sciare, camminate in montagna, serate in compagnia e il lavoro. Non sono invidioso di nessuno, a eccezione di quei "magroni" che pur mangiando a volontà non mettono su un etto, maledetti! Io appena vedo le forchette ingrasso... e solo privandomi di un pasto al giorno, resto sul quintalotto.

Red: Hai completamente tralasciato il discorso relativo alla tua consorte. Che ne pensa del fatto che in ogni tuo momento libero te ne stai appiccicato al computer a controllare risultati e ad effettuare scelte per fantasportal?
Fabio: Ormai si è abituata alla cosa. Tempo fa gli ho fatto questo discorso: preferisci che me ne resti a casa con la famiglia a vedere PC e TV, ma sempre presente per ogni eventualità oppure preferisci che faccia come tanti mariti che se ne vanno a zonzo per i bar o per le strade in cerca di eventuali tamponamenti extraconiugali?! La risposta ritengo sia stata recepita da tutti.

Red: Di cosa ti occupi in particolare, se possiamo essere indiscreti?
Fabio: Faccio parte del nucleo investigativo della Forestale e mi occupo in particolar modo di reati/indagini investigative ambientali (Edilizia-Rifiuti- Inquinamenti).

Red: Quindi sei una specie di investigatore, un novello Sherlock Holmes?
Fabio: Se così si può dire... direi di sì.

Red: Nonostante tu sia sul sito da sempre (almeno per quel che mi riguarda) penso che un po' tutti siano curiosi di sapere da quanto frequenti fantasportal e come ci sei arrivato.
Fabio: Dal 2004. Sono il 63° iscritto e sono del 1963, un caso, una coincidenza, forse sì, forse no. Ci sono arrivato per caso, cercando qualche fantasport sul solito Google

Red: Praticamente hai visto nascere il sito. Cosa ti ha colpito particolarmente e ti ha fatto decidere di continuare a frequentarlo?
Fabio: La possibilità di giocare sullo stesso sito tutti i tipi di sport immaginabili (circa) e poi la modalità innovativa del gioco una scelta solo una volta e basta. Poi perché ci sono restato è presto detto, anzi no... devo ripetermi, è un po' una droga, una malattia o una consuetudine quotidiana. Sta di fatto che non lo mollo di certo, poi ho conosciuto pure tanti fantamici...

Red: Essendo uno dei precursori del sito avrai visto centinaia di nuovi utenti. Chi tra tutti gli avversari che hai fin qui conosciuto ti ha impressionato di più per rendimento e costanza?
Fabio: In questi tre anni si sono affacciati nei piani alti di fantasportal tanti utenti, che hanno fatto la storia del sito, poi però sono lentamente spariti. Vedasi LOKOMOTIV, GANDALF, ecc. Al contrario invece c'è gentaglia che non molla la poltrona neppure fossero dei politici della prima Repubblica e mi riferisco a vari CHRISSNOW (per me il più assiduo e preparato) ECLISSE, i due fratelli TOSCANI (che nomino solo toccandomi i bassi fondi) e poi i vari ROY, ANTITEAM e pochi altri ancora.

Red: E fabio-valtellina non lo vogliamo mettere nella lista dei più preparati?
Fabio: Devo dire che prima di conoscere questo sito, mi reputavo un conoscitore sportivo tra i più preparati. Ho dovuto ricredermi dopo aver visto certa gentaglia (FRANCESCO) girare per Roma con foglietti in tasca, appunti, ecc. Io mi arrangio, ma devo dire che di certi sport non ne so niente, tipo gli sport USA dove partecipo solo per battere KOBEFREE. Poi quello che mi frega è giocare a troppi fantagiochi contemporaneamente; così facendo, per non gufare un ciclista sul fantaciclismo o a pantaciclo, qualche volta non lo metto su fantasportal, per cui mi precludo diverse scelte.

Red: Nei casi in cui non te ne intendi di quello specifico sport come fai? Ti affidi alle statistiche o alle quote dei bookmakers o ancora scegli proprio a caso del tutto?
Fabio: Di solito punto di brutto le due o tre squadre che reputo deboli e ci gioco sempre contro fuori casa. Metto tutte le scelte e poi ogni tanto se sto andando bene mi rivedo le giocate e le correggo. Ovviamente non ci azzecco sempre, anzi quasi mai: quest'anno ho puntato l'ASCOLI e il GETAFE, sapete tutti che campionato hanno fatto!

Red: Senza offesa, quest'anno nel calcio non hai dimostrato sapienza estrema, tuttavia i tuoi trascorsi ci hanno consegnato un valtellina super protagonista nel ciclismo del 2004, nonché ad ottimi livelli negli anni a seguire. Quali vittorie-piazzamenti reputi i più bei ricordi e quale sconfitta invece non hai mai potuto digerire?
Fabio: La delusione pìù grande l'ho avuta in questo giro d'Italia: avevo la maglia rosa, tutte le scelte forti da poter fare e cosa faccio? Metto Cunego sul Bondone che prende 5 minuti così, dopo i cinque minuti presi con Garate, ho vanificato le due fughe con Sella e Zampieri e infine per recuperare dal quarto posto metto Cuapio sul Mortirolo e così finisco quarantottesimo. La più bella soddisfazione sicuramente il fantasportalino 2004 del ciclismo che ha premiato una stagione strepitosa. Devo comunque dire che poi il livello dei partecipanti è andato sempre in crescendo, per cui mettere la ruota davanti a tutti anche solo una volta all'anno è gia un successo. È appena giunta la notizia che ho vinto la prima tappa della Bicicletta Basca, continua la tradizione che gli intervistati vincono qualcosa entro brevissimo termine! (ndr: se vi prenotate subito non si paga nemmeno troppo).

Red: Quali sono gli obbiettivi che ti prefiggi per la seconda parte della stagione? Hai qualche speranza particolare?
Fabio: Come al solito cercherò di impegnarmi in ogni competizione, ma il vero obbiettivo 2006 è vincere il Tour o in alternativa la Vuelta. Per il prossimo anno ovviamente voglio vincere Sanremo (il festival) e il gioco più bello di FS, cioè quella c... di un Tototeam, vero obrobrio fantacalcistico. Non mi sbilancio sui mondiali di calcio, dato che il mio palmares non me lo permette.

Red: Oltre al ciclismo vuoi ricordare qualche altra affermazione degna di nota o qualche delusione mal digerita?
Fabio: Beh, l'olimpiade 2004 per uno sportivo è il meglio che c'è. La sconfitta più brutta senza ombra di dubbio perché è la più vicina è stata la finale di Champions League di quest'anno: ho fatto la baggianata di invertire le possibili scelte di Calandre e così ho giocato il doppio Arsenal. Tuttavia, nonostante lo sconforto, aver battuto col metodo Moggi il buon Kobefree nei quarti è stata una pillola che ha addolcito la sconfitta della finale.

Red: Facci capire meglio i particolari di questo metodo tanto in voga nell'ultimo periodo. È stata una bella sensazione quella di aver per le mani il destino calcistico di sua maestà? Con che magheggio l'hai fatto fuori?
Fabio: Che posso dirti, dopo due partite tirate si finisce con un doppio tre a uno... sono andato a letto col pensiero se ero passato io oppure Kobe. Poi il colpo di genio: telefono a Sprugola e gli chiedo i risultati dei turni eliminatori, al che lui mi dice «non è che la CASA REALE ha una 4x4 per un mio amico?» quindi io, furbo come una volpe, ho capito subito che voleva taroccare i risultati; detto fatto: 4x4 consegnata e Valtellina posizionato davanti a Kobefree nei turni eliminatori. Poi abbiamo fatto sparire tutte le classifiche e come potrete verificare nessuno le trova sul sito. Ovviamente tutto è successo con l'approvazione di FedeCarraro.

Red: Il quale non può mica essere restato a mani vuote...
Fabio: Infatti, l'ho ripagato mettendo due civette nello stadio dello Spezia e unto un po' due o tre gufacci (Garkal-Irene), morale: Genoa in crisi e il derelitto Spezia in serie B.

Red: Allora possiamo tranquillamente paragonarti al famosissimo mago Do Nasimiento... A proposito di civette. spiega ai gentili lettori come funzionano e a che punto sta la loro percentuale.
Fabio: C'è poco da dire. Le tengo sempre in gabbia, ma quando servono non tradiscono quasi mai. Le mando sui vari campi di gara dove per i miei fantarisultati è d'obbligo la vittoria e, come per incanto, vinco. Per ora la serie è nove a tre; ovviamente le utilizzo solo per casi personali gravi, non come certe gente che mette gufacci a caso, qua e là e poi non si ricordano neppure se sono andate a buon fine. Devo inoltre dire che pure il gruppo dei Gatti Neri ha un qualcosa di benefico, ma devono stare attenti perché io ogni mattina sulla Morbegno-Sondrio, vedo sempre dei loro "parenti" un po' schiacciati, l'ultimo mi ricordo bene era un maschio e la sua padrona lo chiamava Dindirì.

Red: Poveraccio quello, speriamo sia ancora in grado di fare qualcosa...
Fabio: Lo spero per la sua dolce metà... (ndr: è tutto a posto e la dolce metà non si è mai lamentata di nessun tipo di problema)

Red: A proposito di gatti neri, fai parte di qualche gruppo oltre ad essere uno dei magnifici succhiaruote primi al giro?
Fabio: Ovviamente sono un senatore (over 40) e ne vado fiero, spero che tutti Voi giovincelli quando sarete arrivati alla nostra età avrete ancora lo spirito libero e giocherellone di noi senatori, che voglio citare uno ad uno: Pitoro, Antiteam, Gollum66, Kalen, Malaca, Roy, Svax, Alemav67, Lucius e Fabio (che sono io). Oltre ad essere dei compagni del mio gruppo, sono pure dei fantaamici che ho conosciuto quasi tutti di persona, gli altri li conoscerò al più presto. Poi ci sono i Succhiaruote, che devo dirti essere dei rulli compressori, la nuova U. S. POSTAL del firmamento ciclistico, col suo capitano Armstrong/Lucius una spanna sopra gli altri.

Red: Adesso veniamo alla parte che più mi diverte, anche se non ho ben capito se al resto della fantautenza interessi: chi tra tutti gli iscritti al sito proprio non sopporti? Mi raccomando, bisogna fare i nomi, ché mi piace creare astio tra le persone.
Fabio: Aspettavo da due anni questa domanda ed è ora che faccia i nomi; vedrò di non deludere i lettori. Devo dirti che se non conoscessi la persona, che è veramente squisita (vista e frequentata due volte), ma mi dovessi basare solo sui commenti del bar, ti direi che non sopporto Antiteam e penso sia una cosa un po' reciproca perché non mi piace il suo modo di esporre i concetti sempre e solo interventi brevi e sarcastici, volti quasi sempre al puntiglio e mai allo scherzo. Poi ovviamente non sopporto i "sapientoni" che si esprimono solo con messaggi di onnipotenza, per cui ti dico in primis Franz1970, ma potrei pure nominare Mashimaro, Subsonico e Giosco, anche se in questi ultimi tempi mi sono ricreduto su di loro: sono giovani e gli errori di gioventù vanno perdonati.

Red: Ultimamente hai presentato agli utenti una nuova classifica, "IL MIGLIORE". Quando ti è venuto in mente di elaborare tale soluzione e che cosa ti aspetti dallo sviluppo della stessa?
Fabio: L'idea mi è venuta dopo che Aceleghin1 ha abbandonato la sua classifica e dopo aver visto che il buon Subsonico non provvedeva a sistemare graficamente la sua HoF. Sentendo i vari commenti penso che la classifica con il progredire dell'inserimento dei risultati verrà sempre più apprezzata. Poi ovviamente chi è in testa la reputa la migliore possibile, chi sta nelle retrovie la guarda di nascosto e non fa commenti di particolare apprezzamento. Come sempre io mi impegno a portarla avanti, poi se vedo che non interessa, vorrà dire che la abbandonerò.

Red: Oltre a questa innovazione avresti qualche proposta per migliorare i regolamenti dei vari giochi del sito?
Fabio: Qui casca l'asino. Devo dire che il sito è bellissimo, ma i parrucconi, forse vista l'età non più giovanissima, sono alquanto restii a novità regolamentari. Sarà mai possibile che dopo due anni di proteste non vogliono eliminare il fattore tempo, negli sport invernali, nelle gare di atletica, in tutti gli sport? Come in tutte le competizioni c'è chi vince e chi arriva secondo, terzo o quarto; basta poco per introdurre la modifica, chiamandoli poi come vogliono: podio, gregari, spazzaneve, portaborracce... Facciano come gli pare, purché ascoltino le lamentele della quasi unanimità degli utenti.

Red: Siamo così giunti alla conclusione, puoi dare libero sfogo ai tuoi pensieri. Puoi fare saluti, critiche, minacce, tutto fuorché richiedere dei soldi al sottoscritto.
Fabio: Dopo questa intervista ho poco altro da dire. Spero di non essere stato banale e di aver fatto capire come la penso. Vorrei solo salutare tutte le 1471 persone iscritte, ma in particolare alcuni utenti che apprezzo particolarmente o perché animano costantemente il bar (corry, Ostin, landers, garkal), o perché si adoperano per migliorare ulteriormente il sito (Lucius, Dindirì, Antiteam e molti altri). Ovviamente lo devo dire di nascosto perché non vorrei che la cosa mi si ritorcesse contro. Per cui dico solo viva i "parrucconi" e tutti i giovani "parrucchini" che ne seguono le orme. Per concludere voglio fare un saluto particolare alle quattro sole donne che girano sul sito (Kya84, Ultrafox, Giuliazuki e irene) anche se so che molte mogli controllano ogni tanto quello che scrivete al bar!

Ringrazio Fabio per la cortesia nell'avermi rilasciato l'intervista e concludo punzecchiando quell'utente che leggendo queste righe sentirà divenire rosse di vergogna le sue guance. Infatti spero tanto di potervi presentare giovedì prossimo chi mi ha fatto restare a mani vuote la settimana scorsa negando l'intervista fintanto che non avesse vinto qualcosa di importante... il Roland Garros potrai non vincerlo, ma non ti libererai di me lo stesso!
Dopo questa minaccia spero che Fede non mi levi di colpo l'incarico...

Elenco degli utenti