National Hockey League

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Mer 18 Ott

clicca per mostrare scadenze 5 scadenze...

Gio 19 Ott

 6 scadenze...

Ven 20 Ott

 10 scadenze...

Sab 21 Ott

 15 scadenze...

Dom 22 Ott

 7 scadenze...

Lun 23 Ott

 4 scadenze...

BAR FANTASPORTAL mankana e beccia boezio 18/10 09:00 Bollettini: 0
Ciclismo - Ciclocross: le news

Chi vince l'ultima vince tutto. E chi vince la prima?

PDF

Seb - 21/10/12, 21:36

L'ultimo commento del ciclocross era datato 16 gennaio e forse adesso è il caso di rimediare. Anche perché da quel giorno ci sono state le due gare decisive della scorsa stagione e la prima di quella attuale.

Ricordarsi cos'è successo l'anno scorso non è facile a questo punto. Ma per semplificare le cose utilizzeremo il classico metodo entrato da anni nel regolamento del gioco calcio dei giardinetti: visto che tempo di arrivare al 57-56 tutti i giocatori hanno già perso il conto del punteggio la regola dice che chi segna l'ultimo gol vince la partita; noi la adatteremo al contesto e quindi chi vince l'ultima gara vince tutto.

Spiace quindi per il vincitore dell'ultima prova di Coppa del Mondo dello scorso anno (petruzzo) o per chi invece quella Coppa se l'è proprio portata a casa (cannolo). L'ultima gara della stagione 2011/2012 è stato il Campionato del Mondo che s'era disputato sull'insidiosissima sabbia di Koksijde: un circuito talmente particolare che solo i veri campioni possono vincere lì ed infatti la vittoria è andata al grandissimo Seb che con il suo Borzoli Cross Team aveva puntato tutta la stagione sull'appuntamento iridato. Quella gara vide un dominio assoluto del Belgio con i 7 iscritti ai primi 7 posti dell'ordine d'arrivo: Albert davanti a tutti, sul podio anche Peeters e Pauwels, Nys solo 7°.

Quest'anno invece s'è ripartiti da Tabor in Repubblica Ceca senza l'idolo locale Zdenek Stybar, focalizzato sempre più sul ciclismo su strada ma che potrebbe fare qualche apparizione anche sugli sterrati più avanti, magari tra fine dicembre ed inizio gennaio. Il nome nuovo invece è il giovanissimo olandese Lars Van der Haar che ha scelto di correre tra gli élite nonostante sia ancora un Under 23, categoria in cui ha già vinto tutto.

La prima gara ha visto il trionfo di Pauwels, partito leggermente in sordina nelle prime gare ma presentatosi preparato a punto alla prima gara di Coppa del Mondo. Dietro a Pauwels s'è piazzato proprio l'olandesino Van der Haar, terzo l'iridato Albert mentre Sven Nys ha avuto un problema meccanico ad inizio corsa ed è stato costretto ad una lunga e faticosa rimonta che lo ha portato ad un ottimo (per come s'erano messe le cose) quinto posto. Ritirato invece Peeters, anche lui per un problema meccanico.

Da noi sono in 14 a mettere Pauwels capitano: Markigiana ha l'intuizione giusta con Van der Haar ma viene tradito da Meeusen. Vittoria quindi a fosco a cui basta una terna "banale" Pauwels-Albert-Nys per avere largamente meglio al fattore Z (1 giorno e 6 ore) su masso. Su chi vince la prima gara dell'anno non ci sono regole ma attenzione perché il genovese-padovano-milanese l'anno scorso arrivò terzo in Coppa del Mondo e con questa bella partenza avrà un ottimo fattore Y da spendersi nelle prossime gare.

 

Vai alla homepage del gioco

Tutte le news (41)