Campionato Pallavolo Maschile

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Dom 21 Ott

clicca per mostrare scadenze 4 scadenze...

Lun 22 Ott

 4 scadenze...

Mar 23 Ott

 5 scadenze...

Mer 24 Ott

 3 scadenze...

Gio 25 Ott

 6 scadenze...

Ven 26 Ott

 14 scadenze...

BAR FANTASPORTAL NLCS flao 21/10 02:29 Bollettini: 0
Calcio - Champions League: le news

Il Teatro Degli Oppressi

PDF

MANKANA - 17/09/09, 13:27

Brutta razza il tifoso di calcio, capita che si alzi il sipario sulla prima giornata di C.LEAUGUE, cioè il teatro più grande dell' intera europa calcistica, succede che sul palco si alternino i più grandi attori di questo sport, guidati dai migliori registi dei campi verdi, ti accorgi che costumi, musiche e scenografie sono semplicemente perfetti, ti metti seduto, si spengono le luci e inizia la rappresentazione e ti godi lo spettacolo, tu che quei teatri li hai solo sognati, vecchio attore fallito che al massimo recitavi in qualche saletta di quartiere.

Il teatro degli oppressi è un metodo che nasce in BRASILE, casualmente la patria della nazionale di football più titolata in assoluto. E' un teatro che rende attivo il pubblico e serve ai gruppi di "spett-attori" per far riscoprire la propria teatralità basandosi sull'interazione reciproca di corpo, mente ed emozioni.
Il metodo fornisce strumenti d'analisi, liberazione e coscientizzazione attraverso un approccio non direttivo e ad una relazione dialogica, che annulli gli aspetti di violenza. Si tenta di sviluppare le capacità intuitive e sensoriali, oltre che razionali.

Gran bella invenzione il teatro.
Gran bel mezzo wikipedia.
Gran brutta razza dicevamo il tifoso di calcio, che non trova di meglio ogni qualvolta assiste ad uno spettacolo del genere intriso di mille significati e da analizzare da mille angolature di parlare di rigori negati, fuorigiochi millimetrici e di sviluppare sempre, ogni santissima volta le proprie stupide rivalità calcistiche, riuscendo dal nulla a ripassare attraverso DE SANTIS, MOGGI, MORATTI, PLATINI, DI CANIO, TURONE E MEAZZA(che sicuramente anche se adesso mi sfugge come, avrà rubato in qualche modo).

Invece il calcio è fatto di bellissime storie e di fantastici personaggi a cui ogni volta vorrei sostiturmi per fare per una sera quello che fanno loro.
E sul palcoscenico chiamato C.LEAGUE di grandi personaggi, di cui non dovrebbe interessarci la maglietta che indossano, se ne alternano tantissimi.


6 PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE

FILIPPO INZAGHI

Simpatico o no merita la copertina, la contro copertina e il poster centrale. L' essenza dell' essere centravanti.
Porta con il suo opportunismo il MILAN fuori dalle sabbie mobile in cui si stava impantanando in questo inizio di stagione, vendicando tra l'altro dopo 18 anni una serata di luci guaste e ammutinamenti che portarono ad un anno di squalifica europea i rossoneri.
Con i 2 gol a MARSIGLIA sale a quota 68 gol nelle coppe europee (48 in Champions League, 2 in coppa delle Coppe, 10 in coppa Uefa, 7 in coppa Intertoto, 1 in supercoppa europea) ed è ad un solo passo dal primato storico di Gerd Muller, capolista con 69 centri,
CHAPEAU.

THOMAS MULLER

Si parlava di Gerd Muller, straordinario attaccante degli anni settanta della GERMANIA e del BAYERN MONACO, di cui vi riporto la descrizione:"Sopperì con un notevole senso del gol ai suoi mezzi tecnici non esattamente raffinati, moltissime delle sue marcature sono "di rapina", realizzate sfruttando la minima incertezza difensiva avversaria", praticamente il padre di super pippo.
Piu di 30 anni dopo corsi e ricorsi storici permettono ai Bavaresi di risolvere la pratica ISRAELIANA con il MACCABI con una doppietta di un centrocampista di nome MULLER, un ragazzo appena ventenne cresciuto nelle giovanili del bayern e che già l'anno scorso si era fatto notare entrando a pochi minuti dalla fine del match contro lo SPORTING LISBONA in cui aveva addirittura segnato un gol.

GRAFITE

Per la serie eroi per caso. Il brasiliano arrivato alla soglia dei trentanni attraverso una carriera fatta di molte ombre e poche luci si scopre campione e dopo la favola dello scorso anno, sua e di tutto il WOLFSBURG, in cui erano diventati campioni nazionali ricomincia da mattatore assoluto, stendendo con una tripletta il CSKA MOSCA ed issandosi cosi a capocannoniere della competizione.
Tre gol e meritata standing ovation di tutto il pubblico.

EDUARDO

Inizio schock per l'ARSENAL che dopo 5 minuti si trova già sotto di 2 gol a LIEGI contro il poco quotato STANDARD, rimonta incredibile e tre punti concretizzatesi al minuto ottantuno con un gol da pochi passi di EDUARDO.
Altra bella favola la sua, ricorderete tutti nel marzo del 2008 lo spaventoso fallo di TAYLOR.
Si era addirritura paventata l'impossibilità di ritornare a giocare al calcio. Ed invece EDUARDO è tornato, più forte e più furbo di prima, come da recenti polemiche su una sua simulazione.
I gunners ringraziano e taylor sul quale personalmente non mi sono mai sentito di gettare la croce si sentirà più sollevato.

DIEGO MILITO

Perchè lui?Perchè l'argentino in una serata senza gol?
Ma come premio per un campione che dopo lungo girovagare incontra la massima competizione europea solo a trentanni suonati.
Sono convintissimo che sarà la chiave di volta sia in ITALIA che in EUROPA per i nerazzurri, il tempo come si sa è galantuomo, volete che non lo sia con IL PRINCIPE?

YOANN GOURCUFF

Perche nei posti bisogna passarci nel modo giusto al momento giusto, non conta tanto chi sei e quello che vali, alcune sfide sono impossibili da vincere e il giovane francese aveva fallito nella sua esperienza al milan e mi sento di dire che di colpe lui ne aveva ben poche, semplicemente non era il momento giusto e il posto giusto.
Lo ricordo in uno straordinario MILAN-AEK ATENE in cui il mondo del calcio sembrava spalancargli le porte, invece quello rimase uno dei pochi squilli se non l'unico della sua esperienza italiana, lo abbiamo rivisto contro i bianconeri martedi ormai giocatore completo e campione assoluto, ventitreanni e la consapevolezza per gli intristiti tifosi transalpini che l'erede di PLATINI e ZIDANE probabilmente è arrivato.


FANTACHAMPIONLEAGUE

Due sole scelte non portano i 3 punti.
In casa pareggio senza reti per l'ATLETICO MADRID che non va aldilà dello 0-0 contro i modesti ciprioti dell' APOEL.
Era la mia scelta prima di notare l'annaspare degli spagnoli nella liga, con il pareggio casalingo con il SANTANDER e la secca sconfitta per 3-0 nell' esordio a MALAGA.
La scelta down fuori casa per il nostro gioco è stata quella dell' AZ, che perde in casa dei greci dell' OLYMPIAKOS.
Certo giocare contro le squadre greche sui loro campi infuocati personalmente prevede sempre una gran dose di follia e coraggio.


KABUL

Mentre sto per pubblicare apprendo la notizia dei militari italiani
uccisi, allora tutto perde senso........
e allora si che mi sento OPPRESSO.....altro che teatro...questa è realtà...

Modificato da MANKANA - 17/09/09, 13:41

 

Vai alla homepage del gioco

Tutte le news (129)