Mondiali Pallavolo Femminile

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Mer 26 Set

clicca per mostrare scadenze 7 scadenze...

Gio 27 Set

 4 scadenze...

Ven 28 Set

 9 scadenze...

Sab 29 Set

 16 scadenze...

Dom 30 Set

 7 scadenze...

Lun 1 Ott

 5 scadenze...

BAR FANTASPORTAL MONZA CALCIO corry 26/09 00:20 Bollettini: 0
Volley Femminile - Campionato Italiano: le news

Il punto di vista degli sfidanti

PDF

achix - 13/10/11, 11:33

Come anticipato la scorsa settimana, pubblichiamo una seconda analisi del campionato appena iniziato; questa volte da Bergamo ci spostiamo un po più giù, nelle Marche, dove il sito specializzato locale sottorave.it ci fornisce la seguente disamina:

Partendo dal presupposto che, come a livello maschile, le squadre si stanno sempre più livellando, con le grandi che sono meno grandi e le piccole che crescono sempre più, vedo 4 gruppetti:

le 3 solite big degli ultimi anni: Pesaro, solo 4 giocatrici confermate dall’anno scorso, una sorta di rivoluzione, con l’occhio al portafoglio, alla carta d’identità e al campo. Partite il capitano Guiggi, la bellissima Flier(sigh!), (le) Usic, le colibrì ripartono con importanti acquisti come la centrale Okuniewska, l’eterna Ortolani, che vuole ritrovare le certezze che l’avevano portata ad essere il futuro dell’Italia prima ancora di prendere la patente, la crucca Brinker (bene agli ultimi europei, come tutta la sua nazionale), Alix Klineman (mvp dell’ultimo campionato universitario americano) che arriva con l’eco di un Lebron James e che in giro per i dormitori veniva scambiata per Kerri Walsh, e infinemla colombiana Ampudia, anche lei cresciuta nei college a stelle e strisce. Vedremo, ci vorrà pazienza, sperando che quest’anno non ci sia un Destinee avverso!
Villa Cortese spera che questo sia l’anno giusto, dopo due finali consecutive, personalmente credo (e spero) non sarà così, la sensazione è che manchi sempre quel qualcosina per vincere, ma sul campo poi le sensazioni valgono zero. Salutate la Hodge, Tay e Anzanello, arrivano la Guiggi, la Pavan (già di Conegliano 2 anni fa) e soprattutto la Bosetti di Bergamo, che ritrova sorella, papà, amici e parenti, torna a casa Lessie. Cruz ormai sembra essere diventata una sicurezza, come anche la seconda balena più famosa dello sport, ovvero la Berg (somiglianza agghiacciante!!), che l’unica sicurezza che continua a dare è di non essere una sentenza con partite ai 4-5 set, degna compare della mangiaranocchie.
Bergamo, campione in carica nell’anno in cui forse non si doveva vincere, il che fa capire che ad ogni modo la Foppa è la Foppa, e sarà sempre lì a lottare, anche se per la prima volta dopo diversi anni cambierà regia, dato che le occhiaie più famose dell’Italia della pallavolo si trasferiscono in terra saracena. La Foppa però è sulla strada giusta: giovani interessanti, (Diouf, Vasileva, Signorile) insieme a veterane della serie A1, tra le nuove la Di Iulio (da Urbino) e la Quaranta (dalla scomparsa Perugia), oltre che la centrale Nucu e le nostrane Arrighetti e Piccinini. Nemmeno quest’anno la vedo vincente, come l’anno passato tra l’altro, saranno contenti di ciò i Noti foppisti del sito.

Altro gruppetto di 3 squadre:
Novara, bella società e bella squadra, il lavoro è quello giusto per tornare al vertice in Italia, non troppi acquisti, si sono tenute tutte le brave e qualche giovincella qua e là nuova ma già di discreto valore. Se si infilasse nel trio delle big non sarebbe una meraviglia.
Busto Arsizio, che l’anno scorso vedevo subito al di sotto delle 3 big, anche quest’anno può far tanto bene. Havelkova e Havlickova hanno trascinato la Cechia agli ultimi europei, la Bauer è sempre una centralona difficile da superare, resta da rivedere la nuova regia, per cui forse nelle prime partite ci saranno movimenti non perfetti, ma diventeranno toste.
Modena, sarà la rivelazione di quest’anno, all’entusiasmo dello scorso anno per il ritorno in massima serie è seguita una signora campagna acquisti: Tay, la neo mammina Barazza (di ritorno dall’anno di inattività), l’infinita ed ipnotizzante Marinkovic, la valida schiacciatrice americana Barboza e l’espertissima Rinieri. Se a queste si aggiungono le conferme della giovane Partenio (miglior under 20 dello scorso campionato), delle centrali Harmotto e Paggi, della regia di Fernandinha, beh ecco il perché la vedo anche per un quarto posto. L’unica cosa è un’età media un po’ altina per gli standard attuali, soprattutto se si vuole creare un progetto, che sarebbe nell’idea di Modena, una città che vive per questo sport.

Gruppetto per la lotta playoff-salvezza:
Urbino, le campionesse in carica della coppa Cev, nonché del campionato di beach a 4, devono ripartire da zero. Tante e troppe le cessioni importanti, in primis la Petrauskaite, tanto bella quanto letale, tra le top scorer è rimasta solo la Garzaro, il che fa capire quanta incertezza ci sia nell’analisi di questa squadra, ma gli addetti ai lavori hanno dato l’ok, quindi si vedrà. Nuova/e alzatrice/i, nuovi martelli provenienti dall’estero, c’è la Tirozzi, che l’anno scorso teneva alto l’onore di Piacenza, con discreta efficacia.
Metto già qui la neopromossa Parma, che ritengo si salverà con relativa tranquillità e anzi farà anche bene. Ottimi acquisti: l’azera Kovalenko, l’ottima mancina olandese Grothues (molto bene ai recenti europei), la sorella di Okaka e il martello Kenny Moreno di ritorno dall’Estremo Oriente. Anche qui bisogna vedere come l’allenatore, ex di Castellana che aveva portato dalla B1 alla A1 e salvata per tre anni consecutivi, lavorerà.
Piacenza non vorrà essere da meno alle rivali Parma e Modena, ancora in A1 grazie alle defezioni altrui, quest’anno vorrebbe tentare di rimanerci per merito, e allora prendi una realizzatrice, la rumena Turlea da Conegliano, prendi alcune ragazze di esperienza, come la Leggeri, la Pachale e la Lehtonen, tieni la buona alzatrice che hai (Dall’Igna) e falle allenare da un allenatore giovane e capace come Marchesi, ex vice a Pesaro e vincitore dell’ultimo scudetto della Scavolini da primo allenatore, e chissà, magari porta bene e ti salvi sul campo.
Conegliano, la squadra rivelazione dello scorso anno, che aveva investito bene i propri risparmi costruendo una squadra molto valida, richiamando anche “mamma fast” Gioli dalla Russia con amore, e allenata da un signore valido in panchina come Nesic, azzera tutto e riparte. Via diverse sue protagoniste, dentro alcune nuove giocatrici che sinceramente non conosco bene, a parte l’ottima nuova palleggiatrice Weiss, senza dubbio la migliore del ruolo negli ultimi europei, presa sempre di mira a muro per la sua piccola statura, ma con mani estremamente veloci ed idee chiare, per lo meno con coloro che parlavano la sua stessa lingua. E’ una incognita, per me se si salva di un punto basta e avanza.
A questo punto restano da definire le mie due retrocesse, forse un po’ scontate: Pavia e Chieri non le ritengo al passo delle altre, soprattutto la prima per me finirà come l’anno scorso, invece Chieri potrebbe essere più tignosa ed ostinata a rimanere nella massima serie, se ci riuscirà sarà come aver vinto uno scudetto; ha il vantaggio di avere mantenuto il gruppo della promozione, ma il salto di categoria si dovrebbe sentire.


Con questi due diversi punti di vista si concludono gli articoli di presentazione. Un ringraziamento sentito ai tifosi rivali Noto e rave. C'era in progetto anche una piccola carrellata sulle squadre da un punto più prettamente fisico, ma purtroppo è rimasta invischiata nel traffico daaaaaaa capitale...

Detto ciò è notizia di ieri che Novara è stata punita con multa, -3 in classifica e soprattutto 0-3 per essersi presentata con solo 5 giocatrici a referto nella prima giornata, per la nota protesta verso la lega per la regola delle under 22 straniere. Quindi un unlucky per 5 di noi, non il miglior modo di iniziare la stagione. Ovviamente paperino taus non si è fatto sfuggire questa primizia, ma mi sa che non se ne sia ancora accorto.... attendiamo fiduciosi!

Alla prossima con il mio super co-gm!

Modificato da achix - 13/10/11, 12:32

 

Vai alla homepage del gioco

Tutte le news (133)