Campionato Spagna

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Ven 17 Ago

clicca per mostrare scadenze 12 scadenze...

Sab 18 Ago

 15 scadenze...

Dom 19 Ago

 9 scadenze...

Lun 20 Ago

 2 scadenze...

Mar 21 Ago

 1 scadenze...

Mer 22 Ago

 2 scadenze...

BAR FANTASPORTAL d'accordo al 100% corry 17/08 00:32 Bollettini: 1
Basket - EuroLeague: le news

Obrado-Bnk risorge, per Spanou-mattilgale non c'è scampo

PDF

klide - 22/05/17, 16:36

La finale che non ti aspetti.
Anzi, la finalista che non ti aspetti.

Che la squadra turca di Gigi Datome potesse arrivare in finale era quasi una certezza: giocava in casa, aveva ancora la ferita dello scorso anno da curare, vengono da una stagione non bellissima ma con un cambio di mentalità verso Febbraio che l'ha riportata dove meritava. Per la prima volta, sul tetto d'Europa.

L'ha fatto con una prova concretissima nelle semifinali (contro una Real irriconoscibile se non per il suo pupillo Lull) e una gara ai limiti della perfezione in Finale, contro la sorpresa Olympiakos.

Eh già, sempre loro. Spanoulis e compagni ancora una volta riescono nell'impresa di battere i milioni russi (nemici di molte battaglie e sconfitte) e approdare all'appuntamento ultimo per il greco 34enne, che ne avrebbe di cose da spiegare a qualche giocatore fisicato che si crede chissachi nel nostro paese (non faccio nomi...).

La squadra di Obradovic ('solo' alla NONA Eurolega....Nove) ha troppo talento sia in quintetto che in panchina; la prova si ha quando uno spento e arrogante Dixon viene sostituito dalla riserva e l'ingresso di Datome come settimo uomo cambiano la partita ad inizio terzo quarto. Fin lì tutto sommato i greci se l'erano giocata con i punti sotto tabella di Birch e Milutinov, insieme alle giocate di Spanoulis.
I gialloblu hanno invece in Vesely e in un immenso Ekpe Udoh (cinque stoppate per lui....in una sola gara) le armi che aiutano a rimbalzo e permettono ai tiratori di rendere al meglio (chiamare Kalinic e Bogdanovic per informazioni).

Quando anche Datome entra in campo e delizia il pubblico con tripla, palleggio arresto e tiro e altra tripla...beh, non c'è più nulla da fare.

Successo meritato per i turchi e probabile approdo di Melli nella prossima stagione a migliorare un roster già molto molto competitivo.

CSKA e Real danno invece vita ad una partitella che fa contenti i russi per avere qualche milione in più da investire nel mercato, alla caccia dell'unico trofeo che gli interessa davvero (di scudetti russi ne hanno fin troppi). Real che si rifonderà, se davvero Lull e Doncic faranno le valigie.

Da noi a conquistare il trofeo è un grande ritorno: Bnk78! La sua Outcast trionfa dopo un cammino difficile e complicato, ma che lo ha premiato per la scelta di giocarsi tutta la finale primo posto. Il suo avversario, speranzoso di un buon risultato quantomeno per il terzo posto, aveva riposto le sue chances sul Real. Sarà per l'anno prossimo.

L'anno prossimo...bell'interrogativo. Milano riuscirà a tenersi la licenza che ha (mal)utilizzato quest'anno? Con la vittoria di una spagnola in Eurocup, ci sarà un rimpasto di squadre invitate alla coppa più importante a livello continentale? Ma soprattutto, continuerà la diatriba FIP- FIBA- Eurolega sulle squadre qualificate alle coppe?

Come sempre lo sapremo quando dovremo correre a modificare regolamenti e iscrizioni sul sito...ma ci saremo.

Eccome se ci saremo....

 

Vai alla homepage del gioco

Tutte le news (209)