FK is coming to town...

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Ven 15 Dic

clicca per mostrare scadenze 8 scadenze...

Sab 16 Dic

 13 scadenze...

Dom 17 Dic

 7 scadenze...

Lun 18 Dic

 2 scadenze...

Mar 19 Dic

 6 scadenze...

Mer 20 Dic

 2 scadenze...

BAR FANTASPORTAL Aree lund ivanmask 15/12 14:20 Bollettini: 1
Paralimpiadi - Rio 2016: le news

Impara con noi! Le categorie di disabilità

PDF

cianfa88 - 07/09/16, 16:22

Cosa ne sappiamo di Giochi Paralimpici? Boh, io di certo poco. Vediamo di capirsci qualcosa.
Anche se le prime paralimpiadi ufficiali sono datate Roma 1960, si risale al 1948 quando il medico Ludwig Guttmann, fermo sostenitore dell’utilità riabilitativa dello sport, organizza a Stoke Mandeville, GB, delle competizioni per veterani di guerra, che avranno sempre maggiore successo fino a diventare paralimpiadi vere e proprie; dal 1988 si organizzano insieme alle Olimpiadi e via via fino al grande successo degli ultimi anni.

Dal punto di vista sportivo, uno dei più grandi problemi è stato fin dagli inizi quello di “uniformare” le disabilità per garantire a tutti un equa competizione sportiva. In soldoni, è ovvio ad esempio che in una gara di corsa un atleta parzialmente cieco potrà essere avvantaggiato rispetto a uno cieco del tutto, oppure che un atleta amputato sopra il ginocchio non potrà competere insieme a un atleta amputato sotto il ginocchio, e così via.
Sono state quindi sviluppate categorie di disabilità, con varie sottocategorie, nelle quali gli atleti vengono inseriti da apposite commissioni; tali suddivisioni si sono fatte via via sempre più raffinate, anche se una perfetta suddivisione è impossibile anche per evitare eccessivi gigantismi.
Comunque, abbiamo sei principali categorie: amputazioni, paresi cerebrali, difficoltà visive, lesioni spinali, handicap intellettuali, les autres; a questo punto, ogni federazione paralimpica effettua le proprie suddivisioni a seconda delle caratteristiche di ogni sport.

Nell’atletica ci sono ben 26 suddivisioni di disabilità, per un totale di 177 medaglie d’oro assegnate; ovviamente non tutte le categorie possono partecipare a tutte le discipline: la categoria T20, quella degli atleti con handicap intellettuali, gareggia solo nei 1500 m.
L’altro sport di riferimento del mondo paralimpico è ovviamente il nuoto, con 14 suddivisioni per 155 medaglie d’oro. Vi sono poi sport appositamente inventati per il mondo paralimpico, come il goalball; sport di squadra nella versione in carrozzina, come il rugby o il basket; il volley è nella versione a sedere, mentre abbiamo il calcio a 5, per atleti con disabilità visive, o a 7 per atleti con paralisi cerebrale. E poi ciclismo, bocce, tiro, scherma, canottaggio…

Questa sera cerimonia di apertura su RAI2 alle ore 23.00; RaiSport1 sarà poi il canale paralimpico con un’intera programmazione dedicata.

Buon divertimento!

 

Vai alla homepage del gioco

Tutte le news (4)